Glossario Teatrale

 

S

 

Sarta 
È chi fa i costumi, basandosi su disegni della (o del) costumista. Spesso anzi l'affianca con la sua esperienza nella scelta dei materiali e delle stoffe da usare. Nei teatri più importanti c'è una sartoria con una o più sarte che, spesso, nel loro lavoro, devono fare i conti con i desideri, non sempre realizzabili, di scenografi e costumisti. La sarta, che sta anche a contatto con gli attori per le prove, spesso faticose, dei costumi, deve possedere, per sopravvivere, un carattere soave o determinato. 

Scena 
Nel teatro antico era la piattaforma fissa su cui recitavano gli attori. Oggi sta a significare l'ambiente in cui avviene l'azione. 

Scenografo 
Chi, in sintonia con il regista, studia l'ambientazione, le caratteristiche dello spazio in cui si inserisce l'azione teatrale. 

Scenotecnico 
Chi costruisce le scene progettate dallo scenografo. Uno scenotecnico deve conoscere molto bene non solo i materiali di cui si serve ma anche le caratteristiche del palcoscenico in cui vanno realizzati i progetti dello scenografo. 

Servo di scena 
Chi ha il compito di portare dentro e fuori dal palcoscenico oggetti, attrezzi. Oggi il servo di scena è una figura in via di estinzione, sostituita dalla specializzazione dell'attrezzista o del vestiarista che ha il compito di sovrintendere alla vestizione dell'attore principale. 

Show 
Termine di origine anglosassone che significa spettacolo e che si può adattare sia al teatro musicale che a quello di prosa. Show sta anche a significare l'esibizione o il comportamento sopra le righe di un attore, di un regista e di un teatrante in senso lato. Lo show ha le sue leggi ferree che possono essere economiche (show-business) o di comportamento. Molte volte, per esempio, leggiamo sui giornali, in occasione della morte di un grande dello spettacolo che, malgrado tutto, the show must go on, lo spettacolo deve andare avanti. 

Sipario 
Tendaggio di stoffa, spesso di velluto rosso, che nasconde la scena agli occhi dello spettatore. Il sipario che è aperto orizzontalmente, secondo tempi precisi da un siparista, può anche essere preziosamente dipinto. Oltre al sipario di stoffa esiste un altro tipo di sipario: quello di ferro, detto mangiafuoco, importantissimo per preservare le scene e gli attori dagli incendi. Brecht sostituì nel suo teatro il sipario di velluto rosso per lui connaturato al teatro borghese, illusionistico, con un sipario a mezza altezza di tela di colore neutro che togliesse qualsiasi falsa magia all'evento teatrale, facendo intravvedere al di là del filo, le scene già pronte, le luci già accese, ecc. 

Sottopalco 

Ambiente sottostante il palcoscenico che può essere usato anche come deposito per gli attrezzi. 

Spalla 
Attore che offre un supporto insostituibile al protagonista sostenendone la recitazione, il ritmo. La spalla è fondamentale nel teatro comico. 

Straniamento 
In Brecht l'effetto di straniamento è il processo che permette a un attore il distacco dal personaggio che interpreta, verso il quale si comporta come se lo guardasse dal di fuori, da cui l'affermazione "recitare in terza persona". 

Suggeritore 
Ruolo importantissimo quando gli spettacoli venivano provati pochissimo. Allora il suggeritore stava nella buca. Oggi invece il suggeritore è visibile solamente alle prove, mentre durante le repliche sta in quinta. 



 
    Indice GLOSSARIO Teatrale
Vi proponiamo un mini glossario teatrale, cercando di esporre in modo fruibile il significato dei principali termini teatrali.

A B C D E F G H I L

M N O P Q R S T U V Z

Definizione di Quarta Parete

Sono tante le definizioni di Quarta Parete, in ambito teatrale.

Ne riportiamo una classica, da dizionario teatrale ed una piuttosto critica nei confronti della massificazione culturale, tipica dei nostri tempi.

"La Quarta Parete è un "muro" immaginario, posto di fronte al palco di un teatro, attraverso il quale il pubblico osserva l'azione che si svolge nel mondo dell'opera rappresentata. Anche se l'origine del termine non può essere confermata, viene in generale presunto che sia nato nel XX secolo, con l'avvento del realismo teatrale".

"In teatro la Quarta Parete è un assunto erroneo, una falsa asserzione. La Quarta Parete , è la televisione, la radio, i giornali, le riviste, i dischi. La Quarta Parete è proprio lì. E si tratta di un'autentica Quarta Parete, importante come la bomba atomica, di una Quarta Parete istituzionalizzata, sistemizzata, governizzata. Il teatro, invece, è l'esatto contrario".

Peter Schumann

 
Gruppo Teatrale Quarta Parete | Via Confalonieri, 15 | 29121 Piacenza | 0523.336944 347.7246738
qp87@quartapareteatro.it creative commons Credits and Disclaimer